Italian

Pagina aggiornata al 23/08/2019


BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA

dei servizi di ingegneria e architettura relativi alla progettazione di fattibilità tecnica ed economica, definitiva, esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione per la realizzazione dei lavori di “Adeguamento sismico e messa in sicurezza della scuola secondaria di I grado E. Ursella”.

(Avviso pubblicato il 27/06/2019)

La procedura viene espletata utilizzando il portale eAppaltiFVG, accessibile attraverso l’indirizzo https://eappalti.regione.fvg.it, all’interno della “Cartella di gara” denominata “19_PROGETTAZIONE ADEGUAMENTO SISMICO SCUOLA SECONDARIA I GRADO E.URSELLA”; pertanto ai fini della partecipazione è indispensabile la registrazione al suddetto Portale.

Bando di gara

Scadenza presentazione offerte:  ore 18.00 del 29 luglio 2019 attraverso il Portale eAppaltiFVG (https://eappalti.regione.fvg.it/ )

Capitolato speciale

    CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO679 K
    Schema contratto388 K

    Affidamento dei servizi di ingegneria e architettura relativi alla progettazione di fattibilità tecnica ed economica, definitiva, esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione per la realizzazione dei lavori di “Adeguamento sismico e messa in sicurezza della scuola secondaria di I grado E. Ursella” -  CIG 7957778625 - CUP C39H18000070004


    DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE (aggiornate al 15/07/2019)

      FAQ 1157 K

      BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA

      dell’appalto dei lavori di “Ristrutturazione per ampliamento, miglioramento antisismico ed efficientamento energetico della scuola primaria unica di Buja – 1° lotto”.

      (Avviso pubblicato l' 11/06/2019)

      La procedura viene espletata utilizzando il portale eAppaltiFVG, accessibile attraverso l’indirizzo https://eappalti.regione.fvg.it, all’interno della “Cartella di gara” denominata “19_LAVORI SCUOLA PRIMARIA UNICA DI BUJA_1° LOTTO”; pertanto ai fini della partecipazione è indispensabile la registrazione al suddetto Portale.

      Bando di gara

      Scadenza presentazione offerte:  ore 18.00 del 12 luglio 2019 attraverso il Portale eAppaltiFVG (https://eappalti.regione.fvg.it/ )

      Gli elaborati del progetto esecutivo verranno trasmessi su richiesta ovvero consegnati al momento del sopralluogo obbligatorio.

      Affidamento dei lavori di “Ristrutturazione per ampliamento, miglioramento antisismico ed efficientamento energetico della scuola primaria unica di Buja – 1° lotto” - CIG 7935434F48 - CUP C38E18000170003


      DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE (aggiornate al 04/07/2019)

        FAQ 1154 K
        FAQ 2152 K
        FAQ 3153 K

        APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO "COPERTURE ASSICURATIVE PERIODO 30.06.2019 / 30.06.2022”

        La procedura viene espletata utilizzando il portale eAppaltiFVG, accessibile attraverso l’indirizzo https://eappalti.regione.fvg.it, all’interno della “Cartella di gara” denominata “19_COPERTURE ASSICURATIVE PERIODO 30.06.2019 / 30.06.2022”; pertanto ai fini della partecipazione è indispensabile la registrazione al suddetto Portale.

        Avviso indagine di mercato

        per la raccolta di manifestazioni di interesse a partecipare alla procedura negoziata, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del D.lgs. 50/2016 e s.m.i.

        Scadenza presentazione manifestazioni di interesse:  ore 18.00 del 24 maggio 2019
        attraverso il Portale eAppaltiFVG (https://eappalti.regione.fvg.it/)


        APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEI "LAVORI DI MANUTENZIONE DI ALCUNE STRADE COMUNALI – ANNO 2018”.

        La procedura viene espletata utilizzando il portale eAppaltiFVG, accessibile attraverso l’indirizzo https://eappalti.regione.fvg.it, all’interno della “Cartella di gara” denominata “18_LAVORI MANUTENZIONE STRADE COMUNALI ANNO 2018”; pertanto ai fini della partecipazione è indispensabile la registrazione al suddetto Portale.

        Avviso indagine di mercato

        per la raccolta di manifestazioni di interesse a partecipare alla procedura negoziata, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del D.lgs. 50/2016 e s.m.i.

        Scadenza presentazione manifestazioni di interesse:  ore 18.00 del 14 dicembre 2018
        attraverso il Portale eAppaltiFVG (https://eappalti.regione.fvg.it/)


        BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA,

        del servizio di direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione per la realizzazione dei lavori di “Ristrutturazione per ampliamento, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico della scuola primaria unica di Buja – 1° lotto”.

        La procedura viene espletata utilizzando il portale eAppaltiFVG, accessibile attraverso l’indirizzo https://eappalti.regione.fvg.it, all’interno della “Cartella di gara” denominata “18_DIREZIONE LAV E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE POLO SCOLASTICO”; pertanto ai fini della partecipazione è indispensabile la registrazione al suddetto Portale.

        Bando di gara

        Scadenza presentazione offerte:  ore 18.00 del 17 gennaio 2019 attraverso il Portale eAppaltiFVG (https://eappalti.regione.fvg.it/ )

        Affidamento del servizio di direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione - CIG 7689899168 - CUP C38E18000170003B


        DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE (aggiornate al 09/01/2019)

          Faq_1.pdf173 K
          Faq_2.pdf176 K

          RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE

          A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA, AI SENSI DELL’ART. 36, COMMA 2, LETT. B), DEL D.LGS. 50/2016 E S.M.I. PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO PER GLI ALUNNI DELLE SCUOLE STATALI DI INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI BUJA. A.S. 2018/2019 – 2019/2020 (dal 01/09/2018 al 31/08/2020). CIG: 7593594002

          Avviso

          Le manifestazioni di interesse a partecipare alla gara dovranno pervenire all’Ufficio protocollo del Comune di Buja esclusivamente a mezzo PEC perentoriamente entro e non oltre le ore 10:30 del giorno 13 agosto 2018.


          CONSULTAZIONE PRELIMINARE DI MERCATO” (EX ART. 66 DEL D.LGS.50/2016) AI FINI DELLA PREPARAZIONE DI UNA PROCEDURA DI FINANZA DI PROGETTO (PPP EX ART. 183 DEL D.LGS.50/2016) PER LA REALIZZAZIONE DI UNA CENTRALE IDROELETTRICA SUL RIO GELATO


          I soggetti interessati dovranno far pervenire la propria manifestazione di interesse, redatta in lingua italiana, al Comune di Buja (UD) entro le ore 18:00 del giorno 10/07/2018 tramite posta elettronica certificata all’indirizzo dell’Ente comune.buja@certgov.fvg.it.


            Bando di gara

            Scadenza presentazione offerte:  ore 10.30 del 24 aprile 2018 presso l' Ufficio Protocollo del Comune di Buja in Piazza Santo Stefano n.3 a Buja (UD).

            Affidamento in gestione Casa Comunale di Riposo di Buja – CIG 7407013C7B


            DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE (aggiornate al 18/04/2018)

             

             

            1. Si chiedono chiarimenti in merito alla discordanza della data di “Termine per il ricevimento delle offerte” tra il Disciplinare di gara e il bando GUUE.
            La data corretta di “Termine per il ricevimento delle offerte” è quella riportata sul Disciplinare di gara e pertanto è il 24/04/2018 – ore 10:30. E’ stato pubblicato in merito un “Avviso relativo a rettifiche” sul Supplemento alla GUUE.


            2. Si chiede chi sia l’attuale gestore del servizio.
            Attualmente la gestione della Casa di Riposo Comunale di Buja è affidata all’A.T.I. costituita da:
            - EURO & PROMOS GROUP Consorzio stabile - Società Consortile p. a. (mandataria), sua consorziata esecutrice EURO & PROMOS SOCIAL HEALTH CARE Società Cooperativa Sociale;
            - IN MENSA s.r.l. .


            3. Si chiede il seguente chiarimento:
            Al paragrafo 15.2, Parte IV – Criteri di selezione, del Disciplinare di gara, tra le dichiarazioni richieste vi è, al punto d), la sezione D per dichiarare il possesso del requisito relativo ai sistemi di garanzia della qualità e norme di gestione ambientale cui al par. 7.3 del disciplinare. Si chiede, considerato che al paragrafo 7.3 non è riportato alcun riferimento, di conoscere quali requisiti bisogna possedere in merito ai sistemi di garanzia della qualità e norme di gestione ambientale.

            Il paragrafo 15.2 descrive dettagliatamente tutte le parti del DGUE, ivi compresa la “Parte IV” punto d), secondo il Bando-tipo n.1/2017 dell’ANAC. Relativamente alla gara in oggetto non è da prendere in considerazione in quanto al paragrafo 7.3 – Requisiti di capacità tecnica e professionale –non viene chiesta alcuna certificazione delle misure di gestione ambientale (vedasi anche l’Allegato 2 – DGUE dove la parte in questione “Parte IV – D” è barrata perché non richiesta). Si precisa in merito che l’offerente dovrà presentare le dichiarazioni richieste relativamente ai C.A.M. e l’aggiudicatario dovrà svolgere il servizio secondo i C.A.M. che riguardano l’appalto in oggetto.


            4. Si chiede il seguente chiarimento:
            Al paragrafo 7.3, in merito ai requisiti di capacità tecnica e professionale, si chiede di aver eseguito, nell’ultimo triennio, servizi analoghi al Servizio Ristorazione per ospiti e utenti del servizio domiciliare di importo complessivo minimo pari a € 234.458,76. Si chiede di chiarire, nel caso in cui il requisito richiesto è maturato complessivamente all’interno della gestione di servizi residenziali per minori e famiglie, nei quali è presente anche il servizio di ristorazione, se può bastare, al fine della quantificazione del requisito stesso, una dichiarazione sui costi sostenuti per l’impiego del personale e l’acquisto di alimenti.

            Come riportato al paragrafo 7.3, lett. d), la comprova del requisito di capacità tecnica e professionale deve essere fornita secondo le disposizioni di cui all’art. 86 e all’allegato XVII, parte II, del Codice e pertanto attraverso un elenco, corredato dai relativi certificati, dei servizi analoghi a quelli richiesti effettuati negli ultimi tre anni, con indicazione dei rispettivi importi, date e destinatari, pubblici o privati. Nel caso specifico è necessario presentare originale o copia conforme del certificato rilasciato per la gestione del servizio residenziale con indicazione dell’importo complessivo del servizio, date e destinatari, e si conferma che al fine della quantificazione del requisito relativamente al servizio ristorazione è sufficiente una dichiarazione sui costi sostenuti per l’impiego di personale e l’acquisto di alimenti.


            5. In riferimento al requisito di idoneità e capacità economica e finanziaria punto 7.2 lettera c) si chiede se la comprova del fatturato globale minimo annuo deve essere allegata in sede di presentazione di offerta o sarà richiesta all’impresa aggiudicataria.
            La comprova del fatturato globale minimo annuo, come gli altri mezzi di prova richiesti ai fini della dimostrazione dei requisiti previsti ex art. 86 del Codice, non deve essere allegata in sede di presentazione dell’offerta ma bensì dovrà essere fornita dalla Ditta nella fase di selezione delle offerte su richiesta della Stazione Appaltante.


            6. In riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale e precisamente ai certificati richiesti,  si precisa che la Legge 183/2011, art. 15 c 1 prevede che “Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47”. Dal momento che le attestazioni di buon esito richieste non possono essere prodotte dalla concorrente in quanto devono essere richieste dalla Vs. Amministrazione, si chiede se al posto delle certificazioni la Scrivente possa produrre autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000; diversamente, si chiede come debba agire la Scrivente per la dimostrazione dei requisiti richiesti al fine della partecipazione alla procedura in oggetto.
            Si conferma che in fase di presentazione delle offerte è sufficiente l’autocertificazione prodotta a mezzo del DGUE dove, relativamente al possesso dei requisiti di capacità tecnica e professionale, è riservata una specifica parte (Parte IV – C da compilare nei punti 1 b) e 13)). Nella fase di selezione delle offerte e di aggiudicazione la comprova del requisito, come previsto anche nel Disciplinare al paragrafo 7.3, viene effettuata secondo le disposizioni di cui all’art. 86 e all’allegato XVII, parte II, del Codice e pertanto sarà a cura della Stazione Appaltante richiedere le dovute certificazioni alle relative Amministrazioni.


            7. Si chiede di indicare l’esatta intestazione completa di indirizzo da indicare nella cauzione e documentazione da presentare, in quanto in alcuni documenti viene indicata Centrale Unica di Committenza in altri solo Comune di Buja.
            La garanzia provvisoria deve essere prestata a favore del Comuna di Buja, Piazza Santo Stefano n.3 - 33030 Buja (UD).
            Il plico deve essere indirizzato (Disciplinare, paragrafo 13) al Comune di Buja – Ufficio Protocollo, Piazza Santo Stefano n.3 - 33030 Buja (UD).
            La documentazione di gara (vedasi modelli Allegati al Disciplinare) devono essere indirizzati al “Servizio Centrale Unica di Committenza” c/o Comune di Buja (UD), Piazza Santo Stefano n.3 - 33030 Buja (UD).


            8. Si chiede di indicare l’importo delle spese di pubblicazione.
            Le spese di pubblicazione sono pari a € 0,00.- in quanto, ai sensi dell’art. 142 del d.lgs. 50/2016 e s.m.i., è stato redatto il bando di gara conformemente all’art. 72 del Codice e trasmesso per la pubblicazione all’Ufficio delle pubblicazioni dell’Unione europea, e tale servizio è gratuito.


            9. Si chiede di indicare la mansione del personale in distacco e in quale fascia di orario attualmente erogano il servizio.

            Le tre dipendenti in distacco sono inquadrate come OSS (cat.B del CCRL 02/08/2002) con orario pieno (36 ore), con il seguente impiego:
            - n.2 prestano servizio dal lunedì al sabato solo diurno con un’articolazione d’orario al mattino e al pomeriggio;
            - n.1 presta servizio dal lunedì al sabato solo al mattino.


            10. Dalla modulistica predisposta si precisa che non è stato previsto in caso di partecipazione come società singola il modulo per la dichiarazione del possesso dei requisiti. Il DGUE nella parte specifica dei servizi analoghi risulta da voi sbarrato e i modelli sono esclusivamente per le società ausiliaria e ausiliata.
            In caso di partecipazione come società singola le dichiarazioni sono sottoscritte in parte nella “Domanda di partecipazione” (Allegato 1), nel “DGUE” (Allegato 2) e nella “Dichiarazione integrativa” (Allegato 3).
            Relativamente alla dichiarazione del possesso dei requisiti è riservata, come indicato anche nel Disciplinare al paragrafo 15.2, una specifica parte del DGUE: Parte IV – Criteri di selezione, dove il concorrente dichiara di possedere tutti i requisiti richiesti. Nello specifico nel DGUE sono da compilare le sezioni non sbarrate e pertanto, nella parte IV, i punti: A – 1) relativo al requisito di idoneità, B – 1a) ed eventualmente 3) relativo al requisito di capacità economica e finanziaria, C – 1b) e 13) relativi al requisito di capacità tecnica e professionale.
            Pertanto la dichiarazione di aver prestato servizi analoghi è prevista nel DGUE nella succitata parte IV, punto C – 1b).


            11. Nella relazione tecnica illustrativa si accenna a struttura “centro anziani”. Si chiede conferma che tale servizio non fa parte della procedura di gara.
            Si conferma che l’oggetto dell’appalto dei servizi è la Casa di Riposo e non il Centro Anziani contiguo.


            12. Si chiede di ricevere il seguente chiarimento: "A proposito dei requisiti richiesti di capacità tecnica e professionale si chiede in particolare se tra Servizi analoghi al Servizio di ristorazione ospiti e utenti servizio domiciliare si possa considerare un Servizio di Consegna Pasti presso utenti servizio domiciliare”.
            Un Servizio di sola “Consegna Pasti” non può essere considerato un Servizio analogo al Servizio di ristorazione ospiti e utenti servizio domiciliare in quanto si richiede di aver svolto l’attività di ristorazione, intesa come capacità di preparazione pasti, e non la sola consegna a domicilio intesa come mero servizio di trasporto alimenti.


            13. Si chiede conferma che il requisito di capacità tecnica e professionale “possesso di titoli professionali da parte del coordinatore dei servizi” (Disciplinare di gara, art. 7.3 lett. e), possa essere comprovato mediante una dichiarazione sostitutiva resa dal concorrente - e non dal coordinatore dei servizi.
            In fase di presentazione delle offerte è sufficiente l’autocertificazione resa dal concorrente a mezzo del DGUE dove, relativamente al possesso dei requisiti di capacità tecnica e professionale – possesso dei titoli professionali da parte del coordinatore dei servizi, è riservata una specifica parte (Parte IV – C punto 13)). Nelle successive fasi di selezione delle offerte e di aggiudicazione la comprova del requisito, richiesta dalla Stazione Appaltante, è fornita invece mediante dichiarazione sostitutiva resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445 del 28.12.2000 del coordinatore dei servizi, come previsto anche nel Disciplinare di gara al paragrafo 7.3 lett. e).


            14. Si chiede conferma che l’Allegato H, rispetto al quale l’Allegato 3 “Dichiarazione Integrativa” prevede l’impegno alla sottoscrizione, debba poi essere effettivamente allegato, previa sottoscrizione, solo all’Offerta Tecnica.

            Si conferma che l’Allegato H al Capitolato Speciale di Appalto (“Dichiarazione di conformità agli standard sociali minimi”), debitamente sottoscritto, deve essere inserito nella busta “B – Offerta tecnica” come previsto nel Disciplinare di gara al paragrafo 16.


            15. Si chiede conferma che gli Allegati I/J debbano essere compilati e sottoscritti solo in caso di aggiudicazione, unitamente al contratto d’appalto.
            Gli allegati I e J al Capitolato Speciale di Appalto dovranno essere compilati e sottoscritti nel corso della durata del contratto; nello specifico, in ossequio del Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 6 giugno 2012, l’Amministrazione invia all’aggiudicatario un questionario relativo al monitoraggio della conformità agli standard sociali minimi, che è tenuto a compilare ed inviare all’Amministrazione. Tale questionario (semplificato o completo) è parte integrante della documentazione contrattuale, e quindi le informazioni fornite dall’aggiudicatario attraverso lo stesso costituiscono a tutti gli effetti “Dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà” ai sensi del DPR 445/2000.


            16. Si chiede se sono ammessi allegati. Se sì, essi saranno oggetto di valutazione?
            Sì, sono ammessi allegati alla relazione tecnica dei servizi offerti (documento inserito nella busta “B – Offerta tecnica”) e saranno oggetto di valutazione solamente se gli allegati stessi riguardano i criteri e sub-criteri di valutazione indicati nella tabella di cui al paragrafo 18.1 del Disciplinare di gara. Analogamente alla relazione tecnica anche gli allegati dovranno essere debitamente riuniti, numerati e sottoscritti dal legale rappresentante del concorrente (o nel caso di ATI 7 RTI non costituite dovranno essere sottoscritti dai legali rappresentanti di tutte le imprese che costituiscono il concorrente) e inseriti nella busta “B – Offerta tecnica”.


            17. Si chiede conferma che al fine del soddisfacimento del requisito da capacità tecnica prescritto dal disciplinare di gara, possano essere considerati “servizi analoghi al Servizio ristorazione ospiti e utenti servizio domiciliare”, esclusivamente i servizi di ristorazione per gli ospiti di Residenze Sanitarie Assistenziali per anziani non autosufficienti e di Case di Riposo, normate dalla Regione Piemonte.
            Si conferma che al fine di garantire il requisito di capacità tecnica relativo all’aver eseguito servizi analoghi al Servizio ristorazione ospiti e utenti servizio domiciliare si considerano analoghi anche i servizi di sola ristorazione per ospiti in quanto si richiede di aver svolto l’attività di ristorazione, intesa come capacità di preparazione pasti, indipendentemente se sia esclusivamente per ospiti o per utenti esterni; altresì vengono presi in considerazione entrambi al fine del raggiungimento dell’importo complessivo minimo eseguito nell’ultimo triennio.


            18. Si chiedono chiarimenti relativamente all’art. 11, comma 7 del Capitolato Speciale di Appalto, in particolare per quanto riguarda la presenza del secondo operatore durante il turno notturno che può essere garantita anche attraverso il ricorso all’istituto della reperibilità con obbligo di residenza in struttura.
            Con riferimento al comma 7 dell’art. 11 del Capitolato Speciale d’Appalto si precisa che l’inciso “tale presenza potrà essere garantita anche attraverso il ricorso all’istituto della reperibilità con obbligo di residenza in struttura” è da intendersi quale possibile opzione, potendo l’operatore economico, in sede di offerta, proporre un’altra soluzione organizzativa purché il personale presente anche in altro servizio durante l’orario notturno sia in possesso dei titoli atti a garantire la gestione delle emergenze, anche sanitarie.


            19. Si richiede voler effettuare un chiarimento in merito al personale in distacco di cui all’art. 4 del Capitolato Speciale d’Appalto: il trattamento retributivo dei 3 dipendenti comunali è compreso o escluso dall’importo a base di gara?
            Il trattamento retributivo dei 3 dipendenti comunali è compreso dall’importo a base di gara.


            20. Si chiede se è corretto il numero di telefono 0432 965151 indicato nel Disciplinare di gara – paragrafo 11. SOPRALLUOGO o se il numero di telefono dell’Amministrazione aggiudicatrice è quello indicato nel Bando di gara, pertanto 0432 960151?
            Il numero di telefono corretto dell’Amministrazione aggiudicatrice, anche per prendere appuntamento per il sopralluogo, è 0432 960151.


            21. In riferimento all’art. 16 del disciplinare, viene richiesta l’indicazione, all’interno dell’offerta tecnica, dei nominativi del personale incaricato allo svolgimento dello specifico servizio. Considerato che, all’art. 25 del Disciplinare, viene indicato l’obbligo del riassorbimento del personale attualmente in servizio, siamo a chiedere se ciò che viene richiesto all’art. 16, si tratti di un refuso. In caso di risposta negativa, si richiede indicazione su come assolvere tale richiesta, considerata la priorità di assunzione del personale della ditta uscente.
            Si conferma che si tratta di un refuso e pertanto all’interno del paragrafo 16. il capoverso “L’operatore economico indica, ai sensi dell’art. 45, comma 4, del Codice, il nome e le qualifiche professionali delle persone fisiche incaricate di fornire la prestazione relativa allo specifico contratto.” non deve essere considerato.


            22. In riferimento all’art. 7.3 del disciplinare, siamo a richiedere se sia possibile comprovare il requisito attraverso le fatture liquidate, per quanto concerne i servizi analoghi di gestione globale di strutture residenziali in accreditamento.
            Si evidenzia che in fase di presentazione delle offerte è sufficiente l’autocertificazione prodotta a mezzo del DGUE dove, relativamente al possesso dei requisiti di capacità tecnica e professionale, è riservata una specifica parte (Parte IV – C da compilare nei punti 1 b) e 13)). Nella fase di selezione delle offerte e di aggiudicazione la comprova del requisito, come previsto anche nel Disciplinare al paragrafo 7.3, viene effettuata secondo le disposizioni di cui all’art. 86 e all’allegato XVII, parte II, del Codice e pertanto sarà a cura della Stazione Appaltante richiedere le dovute certificazioni alle relative Amministrazioni / Enti committenti / committenti privati.


            23. In relazione al personale distaccato, all’art 4 punto 6 del CSA, si chiarisce che il Comune mantiene la titolarità della gestione delle ferie e dei permessi; in questa sede si chiede di specificare l’eventuale competenza della gestione delle sostituzioni anche in termini economici, nello specifico se il sostituto e la remunerazione siano a carico dell’Appaltatore.
            In relazione al personale distaccato, all’art 4 punto 6 del CSA, si specifica che l’eventuale competenza della gestione delle sostituzioni anche in termini economici resta a carico dell’Appaltatore.


            24. In relazione al Garante del Governo assistenziale, all’art. 9 punto 9 del CSA, si chiede di chiarire se le 15 ore settimanali da realizzarsi sulla base dei turni siano da considerarsi già comprese nelle 49 ore settimanali minime di cui al precedente punto 8 dello stesso articolo.
            Si conferma quanto indicato nel Capitolato, ovvero che il monte ore settimanale minimo per le funzioni proprie della figura del Garante del governo assistenziale è compreso nel monte ore settimanale minimo del servizio di assistenza infermieristica.


            25. In relazione al Parrucchiere e Podologo, di cui all’art 13 del CSA, si chiede di chiarire cosa si intenda “al di fuori degli orari di servizio di cui al presente affidamento”
            In relazione al Parrucchiere e Podologo, di cui all’art 13 del CSA, si chiarisce che con la locuzione “al di fuori degli orari di servizio di cui al presente affidamento” si intende che detto servizio debba essere erogato a domanda dell’utenza al di fuori delle ore indicate per gli altri servizi dell’appalto.


            26. In relazione al Parrucchiere e Podologo, di cui all’art 13 del CSA, si chiede di specificare se il pagamento delle prestazioni, a carico del richiedente, debbano essere riscosse direttamente dall’Appaltatore e in che termini questi debbano essere poi contabilizzati ai fini della verifica da parte dell’Ente Appaltante?
            In relazione al Parrucchiere e Podologo, di cui all’art 13 del CSA, si specifica che il pagamento delle prestazioni, a carico del richiedente, dovranno essere riscosse direttamente dall’Appaltatore. La verifica della corretta applicazione del prezzo sarà effettuata a cura dell’Ente Appaltante mediante proprio sistema di controllo.


            27. Per quanto concerne la dotazione tecnologica della struttura:
            - È presente una connessione Internet?
            - Quali ambienti sono raggiunti da tale connessione (via cavo o wireless)?
            - Tale connessione è messa a disposizione del Gestore a titolo gratuito? (Diversamente, si chiede di indicare l’importo da rimborsare o se è necessario volturare/ stipulare un contratto di fornitura)

            Per quanto concerne la dotazione tecnologica della struttura si precisa che non è presente una connessione Internet.


            28. Con riferimento agli oneri di manutenzione ordinaria a carico del Gestore è possibile conoscere una stima dei costi medi annui da sostenere per tali attività di manutenzione?
            La valorizzazione del costo di manutenzione è stata effettuata nella base di gara pertanto ed è questo il valore da considerare ai fini dell’offerta.


            29. In relazione al servizio ristorazione, di cui all’art. 19 del CSA, con riferimento agli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria di cui al punto 4 (lettera Y), a carico del Gestore, è possibile conoscere una stima dei costi medi annui da sostenere per tali attività di manutenzione?

            La valorizzazione del costo di manutenzione è stata effettuata nella base di gara pertanto ed è questo il valore da considerare ai fini dell’offerta.


            30. Oltre a quanto già riportato all’allegato B, si chiede un inventario generale delle attrezzature e materiali che l’Ente Appaltante metterà a disposizione dell’Appaltatore.
            Non si dispone di un inventario separato delle attrezzature avendo estrapolato ai fini della gara solo quelle riferite alla ristorazione. Le integrazioni richieste all’Appaltatore sono quelle indicate nel capitolato e negli altri documenti di gara.


            31. In riferimento all’attività riabilitativa, si chiede:
            1) l’attività viene svolta all’interno di una palestra attrezzata nella struttura?
            In caso di risposta negativa si chiede di indicare dove tale attività viene solitamente svolta.

            In riferimento all’attività riabilitativa si precisa che l’attività viene svolta nel locale palestra attrezzata nella struttura.


            32. Si chiede di conoscere inoltre la strumentazione a disposizione del Fisioterapista.
            Non si dispone di un inventario separato delle attrezzature avendo estrapolato ai fini della gara solo quelle riferite alla ristorazione. Le integrazioni richieste all’Appaltatore sono quelle indicate nel capitolato e negli altri documenti di gara.


            33. In riferimento alla procedura in oggetto si chiede conferma del fatto che quanto previsto all’art. 4 del Capitolato “Distacco dipendenti comunali”, al comma 15, in cui viene disciplinata la modalità di produzione delle note di rimborso per “l’esatto ammontare erogato in forza delle prestazioni lavorative e degli oneri connessi, senza alcuna maggiorazione […omissis…]” debba intendersi correlato al costo totale annuo legato al trattamento retributivo dei tre dipendenti oggetto di distacco ai sensi del comma 13 in senso conforme alla normativa e alle disposizioni di attuazione, in particolare con riferimento all’esigenza di conferire ottemperanza, per le fattispecie delle assenze per maternità, malattia, che ai sensi di quanto disposto dalla circolare INPS 13.03.2006, n. 41, continuano a essere pagate normalmente dal datore distaccante.
            Vedi quesito 23.

            34. Si chiedono le planimetrie della cucina in formato DWG, o di avere l’indicazione della metratura di tutte le aree oggetto del servizio.
            Vengono pubblicate a integrazione degli elaborati allegati al Capitolato speciale.


            35. Con la presente si chiede se i prodotti per l’igiene personale degli anziani siano a carico della ditta aggiudicataria.
            Si conferma che se i prodotti per l’igiene personale degli anziani sono a carico della ditta aggiudicataria.


            36. Con la presente si chiede se il Comune disponga di automezzi per il trasporto degli anziani e in caso affermativo, se questi possano essere utilizzati dalla ditta per eventuali uscite dalla Struttura (a fronte di un rimborso da parte delle Ditta).
            Il Comune non dispone di automezzi per il trasporto degli anziani dedicati in via esclusiva.


            37. Con riferimento alle modalità di presentazione dell’offerta tecnica:
            •    Per la sottoscrizione è sufficiente la sigla in ogni pagina e la firma per esteso solo nell’ultima?
            •    Non esiste un limite di pagine per la stesura della relazione tecnica?
            •    Se esistesse un limite di pagine, indice copertina e allegati sono da considerarsi esclusi dal computo del numero massimo di pagine?

            Si conferma che è sufficiente la sigla in ogni pagina della relazione tecnica e degli eventuali allegati, con firma per esteso solo nell’ultima pagina; si ribadisce, come già indicato nel Disciplinare di gara, paragrafo 16, che nel caso di ATI/RTI non costituite le pagine dovranno essere sottoscritte dai legali rappresentanti di tutte le imprese che costituiscono il concorrente.
            No, non esiste un numero massimo per la stesura della relazione tecnica; si evidenzia che dovrà essere redatta in fogli di formato A4, debitamente riuniti, numerati e con carattere di scrittura non inferiore a 11.


            38. In relazione all’art 36, comma 2, lettera a. del Capitolato Speciale di Appalto, si chiede di confermare che in sede di offerta tecnica si dimostrasse l’utilizzo di prodotti EcoLabel Europeo non occorre allegare all’offerta medesima l’Allegato E per ogni prodotto proposto.

            Nel caso di utilizzo di prodotti con possesso dell’etichetta ambientale Ecolabel Europeo o altra etichetta ambientale ISO 14024 si allega comunque alla busta “B – Offerta tecnica” l’Allegato E “Dichiarazione relativa ai prodotti detergenti multiuso, ai detergenti per servizi sanitari e ai detergenti per finestre”, nel quale si riporta “Marca e denominazione commerciale dei prodotti detergenti” sottoscrivendo in tal caso il possesso per tali prodotti dell’etichetta ambientale; per i prodotti non in possesso di tale etichetta ma presunti conformi, si sottoscrivono anche le dichiarazioni sottostanti nell’Allegato E. Si evidenzia che è sufficiente allegare all’Offerta tecnica un unico Allegato E in cui deve essere contenuta la lista completa dei detergenti che l’appaltatore si impegna ad utilizzare.


            39. In relazione al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti sanitari, si chiede se tale prestazione, in virtù dell’irrisoria entità di spesa, possa essere erogata in regime di subfornitura.

            Come indicato all’Art. 44 del Capitolato Speciale di Appalto, per la disciplina del subappalto si rinvia a quanto previsto dall’art. 105 del d.lgs. 50/2016 e s.m.i. e pertanto “Costituisce, comunque, subappalto qualsiasi contratto avente ad oggetto attività ovunque espletate che richiedono l'impiego di manodopera, quali le forniture con posa in opera e i noli a caldo, se singolarmente di importo superiore al 2 per cento dell'importo delle prestazioni affidate o di importo superiore a 100.000 euro e qualora l'incidenza del costo della manodopera e del personale sia superiore al 50 per cento dell'importo del contratto da affidare”.


            40. Si chiede di precisare se il servizio di gestione rifiuti speciali, in considerazione del valore dello stesso rispetto alla base d'asta, possa essere considerato un servizio che rientra nella tipologia di servizi in sub-affidamento (art. 105 comma 2 del D.Lgs. 50/2016) e pertanto, in quest'ultimo caso, non è necessaria la presentazione della terna.
            Vedi quesito 39. Si conferma che nel caso di sub-contratti che non sono subappalti non è necessaria pertanto, per la loro natura, l’indicazione all’interno della terna di subappaltatori in sede di offerta. Si evidenzia però che “L'affidatario comunica alla stazione appaltante, prima dell'inizio della prestazione, per tutti i sub-contratti che non sono subappalti, stipulati per l'esecuzione dell'appalto, il nome del sub-contraente, l'importo del sub-contratto, l'oggetto del lavoro, servizio o fornitura affidati”.


            41. Si chiede di confermare che lo svolgimento di un servizio di ristorazione presso una Residenza per Anziani con preparazione diretta dei pasti agli Ospiti con acquisto delle derrate da parte dell'Ente, concorre a soddisfare il requisito richiesto al punto al punto 7.3 del disciplinare di gara.

            Si conferma che il servizio di ristorazione così descritto concorre a soddisfare il requisito richiesto al punto al punto 7.3 del Disciplinare di gara.


            42. Nel caso di competenza dell’Appaltatore sia gestionale che economica delle sostituzioni del personale
            distaccato, si chiede di pubblicare il N° di assenze di tale personale in relazione alla scorsa gestione e divisi per anno (oppure una media annua); inoltre si chiede di chiarire se, in relazione alla remunerazione del sostituto, sia completamente a carico dell’Appaltatore.

            Il n° di assenze di tale personale risulta pari a  44,66 giorni per l’anno 2016 e a 53,67 giorni per l’anno 2017, valori medi relativi ai tre soggetti in distacco comprendenti ferie, malattie, festività soppresse ed eventuali congedi.
            Si ribadisce, come già indicato al quesito n. 23, che in relazione alla remunerazione del sostituto l'onere resta completamente a carico dell’Appaltatore.


            43. Si chiede di quantificare le spese relative alla stipula del contratto di appalto.
            Le spese relative alla stipula del contratto di appalto sono pari a € 3.402,00.-.


            44. Si chiede il costo (anno 2017) relativo al servizio di smaltimento rifiuti speciali (art. 15 capitolato).
            Il costo relativo al servizio di smaltimento rifiuti speciali per l’anno 2017 è quantificato in € 200,00.-.


            45. Si chiede il costo (anno 2017) relativo al servizio di manutenzione ordinaria (art. 16 capitolato).
            Il costo relativo al servizio di manutenzione ordinaria anno 2017 non è quantificabile in maniera specifica in quanto rientra nelle attività di contratto ed una stima annua è riportata nel documento “Calcolo degli importi” alla voce “Servizio manutentivo”.


            46. Si chiede di integrare l’elenco personale “Allegato D” con l’indicazione degli scatti di anzianità del personale.
            Viene pubblicato a integrazione dell’”Allegato D” al Capitolato speciale.


            47. Si chiede di indicare il tipo di C.C.N.L. delle figure cuoco e addetto servizi mensa (elenco personale “Allegato D”).
            Vedi quesito 46.


            48. Nell’art. 19, paragrafo 4, lettera T, si prevede quanto segue: “la fornitura di carrelli termici specifici (carrelli con sospensioni idrauliche) per la consegna dei vassoi nei reparti;”.
            Durante il sopralluogo è stato rilevato che i pasti non vengono forniti in vassoi e che non vengono utilizzati carrelli con sospensioni idrauliche.
            Con la presente si chiede conferma che quanto indicato nel paragrafo sopra indicato (4.T) si tratta di un refuso e che i pasti saranno forniti in contenitori multiporzione e carrelli termici con ruote standard.

            Si conferma che si tratta di un refuso e che i pasti saranno forniti in contenitori multiporzione e carrelli termici con ruote standard.


            49. In merito al personale in distacco, con il chiarimento numero 9, viene specificato che:
            n.2 prestano servizio dal lunedì al sabato solo diurno con un’articolazione d’orario al mattino e al pomeriggio;
            n.1 presta servizio dal lunedì al sabato solo al mattino.
            Si chiede se siano da considerare “turnisti” (e quindi con un’indennità di turno) gli addetti che prestano la loro attività lavorativa al mattino e al pomeriggio.
            Qualora siano turnisti, il costo sostenuto per il 2017 (€ 95.256,49) comprende anche tale indennità?

            Gli addetti che prestano la loro attività lavorativa al mattino e al pomeriggio sono da considerarsi turnisti e quindi aventi diritto ad indennità di turno solamente nei casi in cui siano soddisfatti tutti i requisiti previsti dal CCRL, quali: orario di servizio giornaliero continuativo di almeno 10 ore, effettiva rotazione del personale in prestabilite articolazioni giornaliere e distribuzione, nell’arco del mese, in modo equilibrato e avvicendato delle prestazioni articolate in turni antimeridiano, pomeridiano e, se previsto, notturno. Attualmente le operatrici interessate non rientrino nella condizione di turniste in quanto trattasi di diversa articolazione dell’orario di lavoro.
            Il costo sostenuto per il 2017 (€ 95.256,49) non comprende indennità di turno.


             

             


            RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE

            A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA, AI SENSI DELL’ART. 36, COMMA 2, LETT. B), DEL D.LGS. 50/2016 E S.M.I. PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO PER GLI ALUNNI DELLE SCUOLE STATALI DI INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI BUJA. A.S. 2017/2018 (DAL 08/01/2018 AL 31/08/2018). CIG: 7296849E45


            Le manifestazioni di interesse a partecipare alla gara dovranno pervenire all’Ufficio protocollo del Comune di Buja esclusivamente a mezzo PEC perentoriamente entro e non oltre le ore 10:30 del giorno 07.12.2017.

            Affidamento della Servizio di trasporto scolastico per gli alunni delle Scuole statali di infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Buja. A.S. 2017/2018.


            DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE (aggiornate al 15 dicembre 2017)

             

             

            1: Si chiedono chiarimenti relativamente al SUBAPPALTO.
            Si richiama l’art. 22 del Capitolato d’oneri dove è stato riportato che “Non è ammesso il subappalto” per un mero refuso dovuto al passaggio dal D.Lgs. 163/2006, ora abrogato, al D.Lgs 50/2016 e s.m.i..
            A rettifica di quanto sopra si chiarisce che il subappalto è ammesso secondo le disposizioni di cui all’Art. 105 del Codice degli Appalti.
            Pertanto  l’Operatore Economico che desiderasse avvalersi di tale facoltà dovrà riportare nell’Allegato 1 “Domanda di partecipazione e contestuale dichiarazione sostitutiva per l’ammissione alla gara” il punto 23) □ che, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 105 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i., le parti delle prestazioni o lavorazioni del contratto di appalto che si intende subappaltare a terzi sono le seguenti: .....................


            2: Si chiedono chiarimenti in merito alla frase inserita nell’All.B Progettazione del Servizio : “Per trasporti tramite noleggio automezzo con conducente che eccedano i 10 km al giorno, l’impresa indicherà in sede di offerta il costo al kilometro da applicare alla distanza eccedente i 10 km.”
            Detta frase risulta un refuso della precedente gara di appalto e pertanto tale richiesta non deve essere presa in considerazione in sede di offerta.


            RACCOLTA DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA, AI SENSI DELL’ART. 36, COMMA 2, LETT. B), DEL D.LGS. 50/2016 E S.M.I., PER L’ESECUZIONE DEI “LAVORI DI COSTRUZIONE LOCULI NEL CIMITERO DI SANTO STEFANO” (CIG: 7270709ADD)

            Le manifestazioni d'interesse a partecipare alla procedura dovranno pervenire all'Ufficio protocollo del Comune di Buja esclusivamente a mezzo PEC perentoriamente entro e non oltre le ore 13.00 del giorno  04 dicembre 2017.


            RACCOLTA DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEI CIMITERI DI BUJA MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA EX ART. 36 COMMA 2 LETT. b) DEL D.LGS. 50/2016 - PERIODO: 01.01.2018 – 31.12.2020 (CIG: 7246665921)

            Le manifestazioni d'interesse a partecipare alla procedura dovranno pervenire all'Ufficio protocollo del Comune di Buja esclusivamente a mezzo PEC perentoriamente entro e non oltre le ore 12.00 del giorno  09 novembre 2017.


            Bando di Gara

            Scadenza presentazione offerte:  ore 12.00 del 12 ottobre 2017 presso l' Ufficio Protocollo del Comune di Buja in Piazza Santo Stefano n.3 a Buja (UD).

            Affidamento della gestione dell'impianto sportivo comunale di Buja con piscina e bar annesso.


            DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE (aggiornate all' 11 settembre 2017)

             

             

            1: E’ possibile effettuare più sopralluoghi per poter formulare un adeguato piano degli interventi?
            Considerata la natura della concessione ed il disciplinare di gara in cui in cui si richiede un adeguato piano degli interventi, si potrà fare più sopralluoghi; si mettono a disposizione, inoltre,  gli elaborati progettuali del 2005 che possono essere di utilità per un primo esame delle strutture:   Link:.Progetto

            2: Il periodo di tempo intercorrente fra il sopralluogo e la data di consegna dell’offerta è breve.
            Al fine di consentire ai concorrenti di formulare un’offerta mirata si propone di prorogare i termini fino al 12.10.2017.
            Di ciò verrà predisposto adeguato avviso.

            3: Cosa s’intende per impianto natatorio pubblico scoperto?
            Un impianto di proprietà pubblica o privata e di uso pubblico composto da una o più vasche adibite all’attività natatorie sportive o ricreative o ludiche.

            4: Di che materiale è rivestita la vasca della piscina e la vasca di compensazione?
            In PVC questa è la voce di capitolato:
            F. e p. in o. di rivestimento in cinturato PVC Alkorplan o similare con rinforzo interno a rete Trevira, antisdruciolevole con: - Colore: azzurro perla – spessore 1,5 mm, h 1,65 ml – Fettuccia in PVC doppio spessore da saldare in loco per la formazione del sistema snap-in lungo tutto il perimetro della piscia e della canaletta (interno + esterno) – Chiodi ad espansione – mm 27,9 in alluminio /20 cm lungo il perimetro della piscina – Pasta saldante PVC liquido per la saldatura di garanzia tra i vari teli costituenti il rivestimento colore: azzurro perla – Lt. 1 compreso la termosaldatura sul fondo, sulle pareti della piscina e all’interno della canaletta di sfioro, sormonto minimo dei teli di 15 cm, fissaggio e flangiatura degli accessori di circolazione all’interno della vasca, allacciamenti di qualsiasi tipo, raccordi, supporti, sfridi, tagli, flangiatura dei fori, certificazioni ed ogni altro qualsiasi onere.

            5: Con quale cadenza vengono sostituiti le lampade dei fari di illuminazione del campo di calcetto?
            Dalle informazioni ricevute i fari vengono sostituiti di media in n. 2 per stagione


            BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE – PERIODO 01.07.2017 / 30.06.2020 (CIG Z661E987A2)

            Scadenza presentazione offerte:  ore 12.00 del 12 giugno 2017 presso l' Ufficio Protocollo del Comune di Buja in Piazza Santo Stefano n.3 a Buja (UD).

            Affidamento del servizio di tesoreria comunale per il periodo 01.07.2017 / 30.06.2020 (CIG Z661E987A2).


            DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE


            BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE – PERIODO 01.01.2017 / 31.12.2019 (CIG ZEF1C5076F)

            Scadenza presentazione offerte:  ore 12.00 del 22 dicembre 2016 presso l' Ufficio Protocollo del Comune di Buja in Piazza Santo Stefano n.3 a Buja (UD).


            INDAGINE DI MERCATO PER LA PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AFFIDAMENTO

            DEL SERVIZIO DI SUPPORTO ALL’UFFICIO ASSOCIATO TRIBUTI PER LA GESTIONE DELL’IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI E LA GESTIONE DEL CANONE O DELLA TASSA DI OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO ED AREE PUBBLICHE PER IL PERIODO DAL 01.01.2017 AL 31.12.2018

             

            Le manifestazioni d'interesse a partecipare alla gara dovranno pervenire all'Ufficio protocollo del Consorzio Comunità Collinare del Friuli all’indirizzo Piazza Castello,1 – 33030 Colloredo di Monte Albano (UD), con qualunque mezzo, perentoriamente entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 22 novembre  2016.

            NOTA: A integrazione degli allegati al Bando di gara per affidamento del servizio di tesoreria comunale, in data 12/12/2016 sono statai pubblicati i seguenti documenti:


            INDAGINE DI MERCATO PER LA PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AFFIDAMENTO LAVORI DI "MANUTENZIONE STRADE COMUNALI – ANNO 2015"

            Le manifestazioni d'interesse a partecipare alla gara dovranno pervenire all'Ufficio protocollo del Comune di Buja esclusivamente a mezzo PEC perentoriamente entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 15 novembre  2016.

            NOTA: E’ stato rilevato che il modulo per la presentazione delle manifestazioni di interesse, già pubblicato, presentava alcune imprecisioni.
            In data 10/11/2016 è stato pubblicato il modulo corretto e aggiornato, al fine di facilitarne la compilazione.
            Si precisa che le manifestazioni di interesse già pervenute saranno ritenute valide, anche se predisposte sul precedente modello.


            INDAGINE DI MERCATO PER LA PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AFFIDAMENTO LAVORI DI "RIPRISTINO DEGLI IMPIANTI E DEI LOCALI SERVIZI IGIENICI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO E. URSELLA"

            Le manifestazioni d'interesse a partecipare alla gara dovranno pervenire all'Ufficio protocollo del Comune di Buja esclusivamente a mezzo PEC perentoriamente entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 24 ottobre 2016.


            AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE STATALI DELL’INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI TREPPO GRANDE

            Le manifestazioni d'interesse a partecipare alla gara dovranno pervenire all'Ufficio protocollo del Comune di Buja esclusivamente a mezzo PEC perentoriamente entro e non oltre le ore 9.00 del giorno 19 agosto 2016.


            INDAGINE DI MERCATO PER LA PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AFFIDAMENTO LAVORI DI "ADEGUAMENTO, MESSA IN SICUREZZA E RIQUALIFICAZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO CENTRO ANZIANI"

            Le manifestazioni d'interesse a partecipare alla gara dovranno pervenire all'Ufficio protocollo del Comune di Buja esclusivamente a mezzo PEC perentoriamente entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 5 agosto 2016.


            Avvisi, bandi e inviti per contratti di lavori sottosoglia comunitaria

            Assenza di casistica per l'anno 2015

            Avvisi, bandi e inviti per contratti di servizi e forniture sottosoglia comunitaria

            Assenza di casistica per l'anno 2015

            Avvisi, bandi e inviti per contratti di lavori soprasoglia comunitaria

            Assenza di casistica per l'anno 2015

            Avvisi, bandi e inviti per contratti di servizi e forniture soprasoglia comunitaria

            Assenza di casistica per l'anno 2015

            Bandi e avvisi per appalti di lavori nei settori speciali

            Assenza di casistica per l'anno 2015

            Bandi e avvisi per appalti di servizi e forniture nei settori speciali

            Assenza di casistica per l'anno 2015


            BANDO PER CONCORSO DI IDEE
            PER LA RIQUALIFICAZIONE EDIFICIO SCOLASTICO DI COLLOSOMANO PER COSTITUZIONE DI UN POLO UNICO PER SCUOLA PRIMARIA

             

            Scadenza presentazione proposte di idee: prorogata al 22 luglio 2015 ore 12.00
            presso il Comune di Buja - Ufficio Protocollo in Piazza Santo Stefano n.3 a Buja (UD)

            Riqualificazione dell'edificio scolastico di Collosomano per la costituzione di un polo unico per la scuola primaria.


            DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE (aggiornate al 22/06/2015)




            1: Può un lavoratore dipendente privato, abilitato alla professione di Architetto ed iscritto presso il relativo Ordine nella Seziona A, partecipare al bando se non esercita la Professione e quindi non è in possesso di Partita IVA?.
            Come prevede l’art. 108 comma 2 del D.Lgs. 163/2006: sono ammessi al concorso di idee, anche i lavoratori subordinati abilitati all'esercizio della professione e iscritti al relativo ordine professionale secondo l'ordinamento nazionale di appartenenza, nel rispetto delle norme che regolano il rapporto di impiego, con esclusione dei dipendenti della stazione appaltante che bandisce il concorso.

            2: Si chiede di specificare le modalità di partecipazione al concorso dei giovani professionisti.
            Nell’art. 6 del bando di concorso (Condizioni di partecipazione) si fa riferimento all’art. 101 c. 2 del D.Lgs. 163/2006 che dispone: “Sono ammessi a partecipare ai concorsi di progettazione, per i lavori, i soggetti di cui all'articolo 90, comma 1, lettere d), e), f), f-bis), g), h)” Il regolamento stabilisce i requisiti dei concorrenti ai concorsi di progettazione per servizi e forniture.
            Il regolamento 107/20110, all’art. 53 c. 5 dispone:
            Ai sensi dell’articolo 90, comma 7, del codice, i raggruppamenti temporanei previsti dallo stesso articolo 90, comma 1, lettera g), del codice devono prevedere quale progettista la presenza di almeno un professionista laureato abilitato da meno di cinque anni all’esercizio della professione secondo le norme dello Stato membro dell’Unione Europea di residenza. Ferma restando l’iscrizione al relativo albo professionale il progettista presente nel raggruppamento può essere:
            a) con riferimento ai soggetti di cui all’articolo 90, comma 1, lettera d), del codice, un libero professionista singolo o associato;
            b) con riferimento ai soggetti di cui all’articolo 90, comma 1, lettere e) ed f), del codice, un amministratore, un socio, un dipendente, un consulente su base annua che abbia fatturato nei confronti della società una quota superiore al 50 per cento del proprio fatturato annuo risultante dall'ultima dichiarazione IVA;
            c) con riferimento ai soggetti di cui all'articolo 90, comma 1, lettera f-bis), del codice, un soggetto avente caratteristiche equivalenti, conformemente alla legislazione vigente nello Stato membro dell'Unione europea in cui è stabilito il soggetto di cui all'articolo 90, comma 1, lettera f-bis), del codice, ai soggetti indicati alla lettera a), se libero professionista singolo o associato, ovvero alla lettera b), se costituito in forma societaria.
             
            3: Si può integrare negli allegati di concorso un rilievo del terreno in DWG.
            Non possediamo alcun elaborato in DWG.
             
            4: Si chiede se c’è un programma plani volumetrico.
            No.

            5: Si chiede se a comprova dei requisiti la categoria E.08 è da considerarsi in maniera restrittiva limitatamente alla categoria funzionale come definita dal D.M. 143/2013 (Scuole, sedi A.S.S. etc), oppure in maniera più ampia opere edili ex Ic o superiori definite dalla L. 143/49.
            I requisiti sono da considerare nella maniera più ampia

            6: Vorrei capire su un architetto diplomato in Svizzera ( no Europa) , mandatario qualificato in Svizzera ( canton Vaud) puo partecipare come architetto principale a questo concorso ?
            Essendo previsto all'art. 6 del bando - CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE - che "ai sensi dell'art. 101, comma 2, del D.Lgs 163/2006 la partecipazione al concorso è aperta agli architetti ed agli ingegneri iscritti agli Albi dei rispettivi Ordini o ai relativi registri professionali dei paesi di appartenenza", questa condizione deve essere posseduta.
            Nel caso in cui l'Amministrazione, ai sensi dell'art. 11 delle INTEGRAZIONI al bando, intendesse affidare al vincitore del concorso di idee la realizzazione dei successivi livelli di progettazione, andrà verificato il possesso delle caratteristiche e delle competenze professionali per l'esercizio della professione.



            AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA CASA DI RIPOSO COMUNALE DI BUJA

             

            Scadenza presentazione offerte: 21/11/2014 ore 12.30 presso la sede dell'Unione dei Comuni di Buja e Treppo Grande in Piazza Santo Stefano n.3 a Buja (UD)

            Affidamento in gestione Casa Comunale di Riposo di Buja – CIG. 5897383268


            DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE (aggiornate al 18/11/2014)

             

             

             

            1: Indicare  il/i nominativo/i della/e Ditta/e che attualmente gestisce/gestiscono i servizi (socio assistenziali, lava-nolo, ristorazione, ecc…) necessari allo svolgimento della gestione della Casa di Riposo Comunale di Buja
            Attualmente la struttura si avvale di fornitori che gestiscono appalti che corrispondono a singoli segmenti dell’esternalizzazione prevista per la gara in atto. In particolare:
            Servizio di assistenza sociosanitaria, infermieristica e di igiene ambientale: L’Onda Nova Onlus Coperativa Sociale di Servizi – Grado (GO)
            Servizio di ristorazione: InMensa S.r.l. – Udine
            Servizio di lavaggio e noleggio biancheria piana: Servizitalia S.p.A. – Castellina di Soragna (PR)
            Servizio di asporto e smaltimento rifiuti sanitari trattati: Ecofarm S.r.l. – Pasian di Prato (UD)


            2: Si chiede se per "servizi identici" (requisito 4.5 del disciplinare) possano intendersi i servizi individuati come "principali" al punto 4.1 del disciplinare, ovvero i servizi sanitari e socioassistenziali.
            Si precisa che relativamente alla definizione di "servizi identici" ovvero "servizi analoghi" richiamati nel disciplinare si intendono i servizi corrispondenti alla prestazione principale come viene definita al punto 4.1 del disciplinare ovvero costituite dalla sommatoria del servizio sanitario e del servizio socio-assistenziale.


            3: In relazione al punto 4.4. del Disciplinare di Gara - Requisiti di capacità economico e finanziaria (“L’impresa concorrente deve aver realizzato un fatturato (netto) complessivo relativamente agli ultimi tre esercizi (2011-2012-2013) non inferiore ad Euro 1.800.000,00 per servizi uguali o in strutture analoghe [...]”), in aggiunta a quanto pubblicato nel sito Internet del Comune a titolo di chiarimenti, chiedo se per “servizi uguali” si debba fare riferimento alla tipologia del servizio indipendentemente dal luogo dove esso è svolto (quindi anche in luoghi differenti dalle case di riposo o strutture analoghe) oppure se debbano essere presi in considerazione solo i servizi svolti esclusivamente nelle citate strutture.
            L'art.41 comma 1 lett. c) del D.Lgs. 163/2006 recita: c) dichiarazione, sottoscritta in conformità alle disposizioni del d.P.R.28 dicembre 2000 n. 445, concernente il fatturato globale d'impresa e l'importo relativo ai servizi o forniture nel settore oggetto della gara, realizzati negli ultimi tre esercizi. Pertanto il requisito del fatturato fa riferimento alla tipologia del servizio (costituito dalla sommatoria del servizio sanitario e del servizio socio - assistenziale) svolto in case di riposo o in strutture analoghe intese sempre come strutture residenziali negli ultimi tre esercizi.


            4: Si chiede se le operatrici del comune a distacco, lavorino solo nei turni diurni e nel servizio assistenziale?
            Le tre operatrici dipendenti del Comune lavorano tutte in turno diurno.
            Di esse attualmente solo una è attiva nel servizio assistenziale, mentre le altre due svolgono mansioni di addette al servizio guardaroba e alle pulizie delle aree non sanitarie.
            Tutte lavorano in turno solo diurno.


            5: Si chiede se i corrispettivi degli importi da fatturare al Vostro Ente per le giornate di servizio assistenziale, prevedano la fatturazione solo per gli ospiti presenti singolarmente in struttura? Oppure se vi sono dei posti letto liberi all’interno della struttura il vostro Ente corrisponde una quota per il mantenimento del posto letto vuoto?
            Le regole di contabilizzazione delle prestazioni sono descritte al punto 5.F). A proposito del servizio sanitario, sociosanitario e di animazione si dice chiaramente che l’ospite deve essere presente in reparto. 


            6: Chi cura l’invio degli utenti all’interno della struttura del Comune di Buja? Il Comune? Oppure il gestore della casa di riposo si deve occupare di reperire l’utenza?
            Il servizio di accoglimento rimane a carico del Comune che lo gestisce – limitatamente all’utenza non autosufficiente – in collaborazione con l’Unità di Valutazione Distrettuale del Distretto di San Daniele del Friuli (UD).


            7: Nell’anno precedente 2013 a quale percentuale si è attestato il riempimento dei posti letto all’interno della Casa di Riposo?
            Dai dati in possesso risulta che nella struttura, dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2013, le giornate di presenza / assistenza sono state 9549.


            8: Considerato:
            -  che il testo dell’art. 35 del D.Lgs. 163/2006 e smi sancisce che “i requisiti di idoneità tecnica e finanziaria per l’ammissione alle procedure di affidamento dei soggetti di cui all’art. 34, comma 1, lett. b e c, devono essere posseduti e comprovati dagli stessi, secondo quanto previsto dal regolamento, salvo che per quelli relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d’opera, nonché all’organico medio annuo, che sono computati cumulativamente in capo al consorzio ancorchè posseduti dalle singole imprese consorziate”;
            - che il DPR 207/2010 e smi – Regolamento di esecuzione e attuazione del D.Lgs. 163/2006 e smi precisa: - all’art.. 277 comma 2 che “la sussistenza in capo ai consorzi stabili dei requisiti richiesti nel bando di gara per l’affidamento di servizi e forniture è valutata, a seguito della verifica della effettiva esistenza dei predetti requisiti in capo ai singoli consorziati”; e - all’art. 277 comma 3 del DPR 207/2010 che “per la partecipazione del consorzio alle gare, i requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi posseduti dai singoli consorziati relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d’opera, nonché all’organico medio annuo sono sommati; i restanti requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi sono sommati con riferimento ai soli consorziati esecutori”;
            - che la recente Giurisprudenza (vedi a titolo esemplificativo e non esaustivo Consiglio di Stato, Sez. VI del 10/05/2013 n° 2563 e TAR Lombardia, Sez. III del 07/10/2013 n° 2236) afferma l’operatività del criterio del cosiddetto “cumulo alla rinfusa”, ovvero la mera sommatoria in capo al consorzio stabile dei requisiti di tutti i consorziati, interpretando in modo estensivo la disposizione dell’art. 35 del D.Lgs. 163/2006 e smi;

            si chiede conferma che ai fini del soddisfacimento dei requisiti minimi di partecipazione di cui ai paragrafi 4.4. Requisiti di capacità economico-finanziari e 4.5 Requisiti di capacità tecnico-organizzativa del Disciplinare di gara si possano cumulare in capo al consorzio i requisiti in possesso delle singole consorziate dichiarate quali esecutrici del servizio posto a gara così come previsto dal punto 7 del paragrafo 4.5.
            Si ritiene di confermare che i requisiti sopracitati possano essere soddisfatti in capo al consorzio stabile come tra l’altro confermato da un recente parere dell’AVCP n. 17 del 5/08/2014 che recita:
            l’art. 35, d.lgs. n. 163/2006 è stato interpretato nel senso che “il possesso del requisito in capo al consorzio deve ritenersi soddisfatto con il possesso dello stesso da parte delle imprese esecutrici del servizio” (cfr. T.A.R. Lombardia, Sez. III, sent. n. 2236/2013).
            L’orientamento risulta in linea con quanto espresso dal Consiglio di Stato (Sez. VI), sentenza 10 maggio 2013, n. 2563 con riferimento all’interpretazione dell’art. 35, d.lgs. n. 163/2006 riferita ai consorzi stabili. Si legge nella sentenza richiamata in merito all’art. 35, d.lgs. n. 163/2006: “Inoltre, sul piano dell’interpretazione letterale, la locuzione “posseduti e comprovati dagli stessi” è suscettibile di essere interpretata come meramente ricognitiva della facoltà, in capo al consorzio stabile, di decidere come provare il possesso dei requisiti, se, cioè, con attribuzioni proprie e dirette del consorzio, oppure con quelle dei consorziati. Tale approccio interpretativo s’impone sulla base del rilievo, di natura sistematica, che il modulo del consorzio stabile, quale delineato dagli artt. 34 e 36 d.lgs. n. 163 del 2006, concretizza un’impresa operativa che fa leva sulla causa mutualistica e realizza, nella sostanza, una particolare forma di avvalimento che poggia direttamente sul patto consortile e sulla causa mutualistica. Tali connotati del modulo organizzativo e gestionale in esame consentono al consorzio di avvalersi di qualsiasi contributo (in termini di requisito) dei consorziati, senza dover ricorrere allo strumento dell’avvalimento ex art. 49 d.lgs. n. 163/2006, fermo restando che, in alternativa, il consorzio può qualificarsi con requisiti posseduti in proprio e direttamente”.


            9: Si chiede inoltre conferma che ai fini di quanto previsto al punto 4.1 del Disciplinare di gara (I soggetti dovranno essere operanti da almeno tre anni in strutture analoghe ....) in caso di Consorzi stabili di cui all'art. 34 comma 1 lett. c del D.Lgs. 163/2006 il requisito debba essere in capo alla sola consorziata dichiarata esecutrice.
            In analogia a quanto sopra esplicitato il requisito può essere soddisfatto in capo al consorzio stabile.


            10: Rispetto al servizio ristorazione per gli ospiti presenti nella struttura e per gli utenti del servizio domiciliare, si chiede di comunicare il prezzo per ogni singolo pasto applicato dall’attuale gestore per i predetti distinti servizi.
            Attualmente il prezzo che viene pagato per i pasti esterni è di euro 5,73 (esclusa l’IVA) mentre la giornata alimentare degli ospiti in struttura che comprende: colazione, pranzo e cena, oltre che all’idratazione (caffè, the, succhi, ecc) alle 10:00 e alle h. 16:00, è di euro 10,20 (esclusa l’IVA).


            11: Le utenze telefoniche sono a carico della Stazione Appaltante o della Ditta Aggiudicatrice?
            Attualmente tutte le utenze della Casa di Riposo sono a carico della Stazione Appaltante. In seguito, visto l’art. 5.G. 8) 6° capoverso resteranno a carico del Comune le spese relative alla fornitura di acqua calda, e fredda, gas, energia elettrica forza motrice, riscaldamento ecc. Per esclusione, le utenze telefoniche sono a carico dell’appaltatore.


            12: In riferimento all’art. 5.G.5 del Capitolato Speciale d’Appalto, si chiede a quanto ammontano le spese relative alla partecipazione alla gara d’appalto, alle pubblicazioni e al contratto.
            Le spese riguardano la pubblicazione alla GURI circa 1.500,00 euro, art. 7 j) e contrattuali (diritti, tasse e bolli) circa 4.700,00 euro.


            13: In riferimento all’art. 3.2 del Disciplinare di gara, considerato che le polizze a rischio locativo vengono solitamente stipulate nel caso di beni dati in locazione e che le polizze incendio vengono stipulate da chi detiene la proprietà del bene, si chiede di chiarire il tipo di polizza richiesta, tenuto in considerazione che la Polizza RCT/RCO ha una copertura completa dei danni che gli operatori dovessero causare durante lo svolgimento del servizio.
            Si conferma la necessità della stipula delle polizze assicurative richiamate al punto 3.2 del disciplinare di gara.


            14: Riguardo all’offerta tecnica si chiede se la stessa debba essere siglata in ogni pagina e firmata per esteso nell’ultima pagina.
            Il Disciplinare di Gara, nelle avvertenze dell’art. 5.4.2 specifica che: i documenti soprelencati (“Relazione
            Tecnica”) dovranno essere sottoscritti su ogni pagina dal legale rappresentante del concorrente, nel caso di ATI non costituite dai legali rappresentanti di tutte le imprese che costituiscono il concorrente.


            15: Si chiede un chiarimento riguardo alla mansione svolta dai 3 dipendenti comunali in distaccamento e l’attuale orario di servizio, in modo da poter prevedere la modalità di esecuzione delle loro prestazioni.
            Si veda la risposta al quesito 4. Le operatrici attualmente lavorano al mattino, ma l’assegnazione dell’orario in seguito all’aggiudicazione sarà competenza dell’impresa distaccataria.


            16: Si chiede se i macchinari del locale lavanderia interna restano ad uso dell’aggiudicatario.
            Come da capitolato d’oneri pag. 33” L’Ente metterà a disposizione della ditta appaltatrice i locali destinati al servizio di lavanderia, e le attrezzature ivi presenti, riservandosi la facoltà di attuare controlli e verifiche periodiche sullo stato d’uso e mantenimento dei locali”.


            17: Occorre mettere a disposizione un mezzo di trasporto e un autista per la consegna dei pasti a domicilio? In caso affermativo, quanti sono i chilometri mensili percorsi e i tempi per la consegna dei pasti?
            Il servizio di preparazione dei pasti per l’utenza domiciliare si esaurisce una volta che gli stessi siano stati confezionati come da capitolato. La consegna dei pasti è fatta dal servizio di assistenza domiciliare che compete ad altro Ente. Le assistenti domiciliari ritireranno i pasti presso la cucina della casa di riposo.


            18: In riferimento al punto 5.E.2) del Capitolato Speciale d’Appalto, si chiede se per consegne effettuate ogni lunedì e mercoledì si debba intendere che in uno dei due giorni (es. il lunedì) venga effettuata la consegna e nell’altro giorno (es. il mercoledì) venga effettuato il ritiro.
            Starà alla ditta appaltatrice organizzarsi in tal senso, purché la dotazione necessaria per i cambi biancheria sia sempre presente.


            19: In riferimento al punto 5.E.2) del Capitolato Speciale d’Appalto, si chiede in che modo sono state calcolate le quantità di biancheria piana da reintegrare, in quanto, presupponendo un reintegro bisettimanale avremmo, considerate come esempio le lenzuola, 27 lenzuola*2 reintegri = 54 lenzuola.
            Il quesito posto mette in relazione il numero di lenzuola necessario con la frequenza settimanale delle consegne, tuttavia è abbastanza ovvio che esso va invece messo in relazione con la frequenza media settimanale dei cambi biancheria, che per ovvie ragioni di igiene e qualità del servizio è quasi giornaliera.


            20: In riferimento al punto 5.E.3) del Capitolato Speciale d’Appalto, considerato che al punto 5.E.2) non viene richiesta nessuna scorta iniziale di coperte, la parte relativa alle coperte è un refuso?
            Le coperte saranno fornite solo quando necessario, per questo sono previste al punto 5.E.1, ma non nella tabella delle scorte e dei relativi reintegri.


            21. Potete inviarci, cortesemente, i moduli da compilare in formato Word.
            Si, li pubblichiamo sul sito accanto ai moduli in formato pdf.


            22. Si chiede a quanto ammontano le spese relative alle utenze telefoniche nell’ultima annualità.
            Novembre 2013 novembre 20014 complessivamente euro 1.298,00 (due utenze)


            23. In riferimento al punto 2e della Tabella “Elementi di valutazione” dell’art. 5.1.1. del Disciplinare di Gara, si chiede se, per analogia con gli altri punti relativi al monte ore settimanale, anche in questo caso la scheda da predisporre non venga conteggiata nel numero massimo di pagine della relazione di cui al punto 5.4.2 del disciplinare.
            Anche la scheda riassuntiva relativa al monte ore settimanale proposto per il servizio e organizzazione del personale non viene conteggiata nel numero massimo di pagine della relazione tecnica di cui al punto 5.4.2 del disciplinare
            .


            24. In riferimento alle indicazioni riguardanti il subappalto dei servizi indicati alla pag. 6 del Disciplinare di gara, si chiede di specificare se la documentazione che viene richiesta introdotta dalla dicitura “L’appaltatore che intende avvalersi del subappalto deve presentare alla Stazione Appaltante apposita ISTANZA, con allegata la seguente documentazione: etc.” (pag. 6 ultime 4 righe e pag. 7), debba essere fornita in sede di presentazione dell’offerta, o solo in seguito all’aggiudicazione della gara e quindi solo dalla ditta che risulterà effettivamente aggiudicatrice dell’appalto.
            L'appaltatore in sede di offerta dovrà solamente dichiarare i servizi o le parti di essi come indicati al punto 3.4 del disciplinare di gara che intende subappaltare; l’omissione delle indicazioni sta a significare che il ricorso al subappalto è vietato e non può essere autorizzato.
            Successivamente alla aggiudicazione della gara il subappalto verrà autorizzato a seguito della presentazione della documentazione indicata al punto 3.4 lett. a - d.


            25. In riferimento all’Allegato 7.B, si chiede di chiarire se si tratti di “attrezzature da affidare all’appaltatore per l’espletamento del servizio” (come riporta il titolo dell’allegato) e quindi si tratti di attrezzature già presenti, che saranno date in comodato d’uso all’appaltatore, e per le quali è inteso che non è necessario alcun reintegro e/o sostituzione; oppure se si tratti di “attrezzature che la ditta appaltatrice deve fornire a titolo gratuito alla struttura” (come riportato nella dicitura posta all’interno della tabella in alto), e quindi di attrezzature che l’appaltatore deve fornire obbligatoriamente ed ex novo.
            Si tratta dell'elenco attrezzature dei locali cucina, deposito, mensa, di proprietà comunale da affidare all'appaltatore per l'espletamento del servizio.


            26. In riferimento alla fornitura di attrezzature per i locali cucina, si chiede di specificare se le attrezzature fornite rimarranno di proprietà dell’Ente appaltante al termine del periodo di affidamento.
            Il capitolato speciale di appalto al punto 5.G.8, settimo capoverso dice: La nuova attrezzatura offerta rimarrà di proprietà dell'Amministrazione al termine del periodo di appalto.


            27. Per il servizio di manutenzione ordinaria è ammesso il subappalto?
            No, i servizi ammessi sono indicati al punto 3.4 del disciplinare di gara.


            28. Si chiede se i macchinari del locale lavanderia interna restano ad uso dell’aggiudicatario.
            Si rimanda al capitolato speciale al punto 5.E.8 terzo capoverso.


            29. Occorre mettere a disposizione un mezzo di trasporto e un autista per la consegna dei pasti a domicilio? In caso affermativo, quanti sono i chilometri mensili percorsi e i tempi per la consegna dei pasti?
            Vedi precedenti FAQ.


            30. In riferimento all’art. 5.E.8, si chiede di dare indicazione circa le misure del montacarichi presente in struttura, sul quale dovranno essere trasportati i carrelli per la movimentazione della biancheria all’interno della struttura, richiesti alla ditta appaltatrice.
            Non si tratta di monta carichi ma dell’ascensore / monta lettighe.


            31. In riferimento al servizio di pulizia dei locali, si chiede di precisare se TUTTE le attrezzature elencate al punti 5.C.1.a.2/3/4/5, 5.C.1.b.2/3/4/5/6/7/8/9/10 siano da fornire da parte della ditta appaltatrice, o in caso contrario quali di queste attrezzature saranno date in comodato d’uso alla ditta appaltatrice. Si chiede inoltre di specificare se le attrezzature che saranno fornite dalla ditta appaltatrice resteranno di proprietà della ditta appaltatrice al termine del periodo di affidamento.
            Si veda il punto 5.C.2 del Capitolato speciale


            33. Per “presidi farmaceutici”, all’art. 5.b.4 del Capitolato, si intende farmaci? In caso negativo, a chi compete l’approvvigionamento dei farmaci e i relativi costi?
            La nozione di presidi farmaceutici è chiara. Per quanto riguarda i farmaci, ovviamente non sono a carico dell’Appaltatore.


            34. In riferimento alle indicazioni contenute nel Capitolato pag.10 art. 5.b.3, si chiede di chiarire se con l’espressione “dovrà essere garantita la presenza notturna di 1 operatore ed un numero medio di minuti di assistenza tutelare giornaliera all’ospite almeno pari a 90 (novanta) minuti”, si intenda che l’assistenza tutelare giornaliera all’ospite debba essere pari ad almeno 90 minuti comprendendo anche l’assistenza notturna, oppure se tali 90 minuti si riferiscano all’assistenza tutelare giornaliera esclusa l’assistenza notturna. In quest’ultimo caso, si chiede di chiarire la fascia oraria di svolgimento dell’assistenza notturna.
            E’ compresa l’assistenza notturna.


            35. Si chiede di dare indicazione circa gli orari di visita di parenti – amici degli ospiti nella struttura, che dovranno essere rispettati nel corso della gestione. Si chiede inoltre di indicare se siano richiesti degli orari specifici di svolgimento per il servizio di portierato descritto all’art. 5.C.1.a.6.
            Le visite sono ammesse dalle 10.00 alle 19.00. Il servizio di portierato deve essere progettato dai concorrenti.


            36. In riferimento al servizio di fornitura pasti per il servizio domiciliare, si chiede di specificare se tale servizio dovrà essere realizzazione per tutte le settimane dell’anno dal lunedì al sabato giorni festivi infrasettimanali compresi, o in alternativa in quali giorni / periodi il servizio non dovrà essere effettuato.
            Il servizio di fornitura pasti domiciliare dovrà essere effettuato per tutte le settimane dell’anno dal lunedì al sabato giorni festivi infrasettimanali compresi (punto 5.D.7 del capitolato speciale)


            37. In riferimento alle planimetrie fornite, si chiede di specificare se siano in scala 1:100, e in quale scala sia la planimetria che riporta l’ingrandimento dei soli locali di cucina, retro cucina, dispensa, locale lavastoviglie, passa vivande. Si chiede inoltre di fornirle in formato dwg.
            Si forniscono le planimetrie in formato dwg allegate accanto a quelle in pdf. Le misure, comunque dovranno essere verificate in sede di sopralluogo.


            38. In riferimento al calcolo dei corrispettivi, in particolare a quanto esplicitato all’art. 5.f.1 del Capitolato ossia “Per i servizi di cui ai punti 5.A) (servizio sanitario) e 5.B) (servizio socio-assistenziale e di animazione) del presente capitolato, l'unità di prestazione di entrambi i servizi è la giornata assistenziale all'ospite pertanto l’offerta verrà espressa in un unico prezzo per ciascuna giornata di assistenza all’ospite presente in reparto. (…) Quotidianamente dovrà essere registrato il dato delle presenze della giornata precedente (per venerdì e il sabato i dati potranno essere registrati al lunedì, insieme a quelli della domenica) su un prospetto, predisposto dal Comune, che verrà presentato dal responsabile del governo assistenziale o da suo delegato e controfirmato dal direttore dell’esecuzione del contratto o da un suo delegato. L'Appaltatore dovrà anche presentare al Comune al termine di ciascuna mensilità, un prospetto comprovante l'effettivo servizio di ciascun infermiere e fisioterapista in ciascuna giornata. (…) Il primo giorno del mese verrà presentato il riepilogo mensile che, controfirmato dal Direttore dell’esecuzione del contratto o da suo delegato, costituirà la base quantitativa per l’emissione della fattura.” si chiede di chiarire:

            - In caso di erogazione di un numero di ore superiori relativamente al servizio socio assistenziale e/o infermieristico e/o riabilitativo, secondo quali parametri verrà calcolata la differenza con il prezzo offerto in sede di gara per l’intera giornata assistenziale, dato che l’offerta economica non prevede la specifica dei costi orari per ogni figura professionale (in base alle quali viene appunto determinato il prezzo offerto)?
            Il servizio dovrà essere garantito in base agli standard risultanti dall’offerta dell’aggiudicatario, i quali dovranno essere uguali o superiori a quelli richiesti in Capitolato. Ciò posto, la remunerazione della giornata assistenziale è omnicomprensiva e non esiste altra remunerazione per tale servizio.


            39. In riferimento alle modalità del calcolo dei corrispettivi per i servizi di igiene ambientale, sanificazione, manutenzione, portierato, fornitura e ricondizionamento della biancheria piana, si chiede di specificare se il canone relativo all’unità di tempo corrispondente al mese sia riferito all’erogazione dei servizi per 27 ospiti. Si chiede inoltre di esplicitare le modalità di riparametrazione del canone mensile offerto in caso di diminuzione degli ospiti in struttura (per esempio, se il canone mensile offerto è riferito a 27 ospiti, nel caso in cui in un mese siano presenti 25 ospiti, in base a quali parametri sarà ricalcolato il corrispettivo?).
            Il Capitolato è chiaro. Il canone è fisso.


            40. Quali sono stati i prezzi di aggiudicazione della precedente gara?
            Non vi sono state gare precedenti simili alla presente.


            41. E’ ammessa la riduzione al 50% della cauzione provvisoria ai sensi dell’art. 75 del D.Lgs. 163/2006, in quanto possessori della certificazione in qualità UNI EN ISO 9001:2008?
            Si.


            42. Sono ammessi tutti i mezzi di consegna (Posta, corriere, a mano)?
            Si.


            43 Il Capitolato, l’offerta tecnica e l’offerta economica possono essere siglati in ogni pagina e firmati per esteso solo nell’ultima pagina, o devono essere firmati per esteso in tutte le pagine?
            Vedi precedenti FAQ.


            44.
            In riferimento alla procedura in oggetto, si chiede cortese conferma che il punto 6 dell'All. A "che la ditta è in possesso della certificazione del sistema qualità UNI EN ISO 9001 da almeno un anno" contiene un refuso relativamente all'arco temporale, trattandosi di condizione presente esclusivamente sul modello, della quale non si fa cenno alcuno nè nel bando, nè nel disciplinare.
            Si conferma.


            45. Al fine di mettere ogni ditta concorrente nelle pari condizioni di far fronte alla richiesta di fornire una “planimetria in scala 1:100 con la localizzazione delle attrezzature proposte” (griglia offerta tecnica punto 3c “Offerta di miglioramento dell’arredamento, forniture tecniche, impiantistiche ed edili per i locali cucina ed annessi al fine di migliorare il servizio offerto agli ospiti”), si chiede di:
            - Fornire una planimetria in scala 1:100 in cui siano rappresentate in maniera chiara ed univoca le attrezzature che rimarranno in dotazione alla ditta appaltatrice, che costituirà la base comune a tutti i concorrenti per la presentazione dei miglioramenti proposti da ognuno;
            -  Fornire l’elenco delle attrezzature di proprietà dei gestori attuali, in riferimento all’intera struttura (non solo per i locali cucina bensì per tutti i locali che saranno utilizzati per lo svolgimento dei servizi appaltati);
            -  Dare indicazione degli attuali costi di manutenzione, che saranno a carico della ditta appaltatrice;
            - Dare indicazione dei nominativi delle attuali ditte specializzate che erogano il servizio di manutenzione ordinaria, se presenti.

            Le planimetrie sono allegati in dwg accanto a quelle in pdf. Le attrezzature di proprietà del Comune sono quelle indicate nel Capitolato e quelle visionate in sede di sopralluogo. Sono esclusi i presidi tipo le sedie a rotelle che vengono fornite dall’Azienda Sanitaria e le attrezzature per le pulizie: carrelli, lucidatrice, aspirapolvere, ecc. che sono di proprietà della ditta che svolge attualmente il servizio. I costi delle manutenzioni non possono essere preventivate a priori, indicativamente sono pari a circa 3.000,00 euro all’anno. Il servizio di manutenzione non viene svolto da alcuna ditta specifica; in base alle caratteristiche degli interventi viene interessata la squadra operativa comunale o le ditte che si rendono disponibili al momento.

            46. Per permettere a tutte le ditte concorrenti parità di informazioni per la formulazione dell’offerta economica e in riferimento all’elenco del personale fornito, si chiede di dare indicazione anche degli scatti di anzianità del personale, in considerazione dell’articolo 2 “Organizzazione dei servizi” del Capitolato pag. 4 in cui si specifica l’utilizzo prioritario del personale già operante nei servizi posti in affidamento e dell’articolo 5.g.4.
            L’offerta dovrà essere costruita garantendo i minimi prestazionali richiesti dal bando di gara e per questo il personale attualmente in servizio è stato indicato al solo scopo di dare un dato utile per la formulazione dell’offerta finale.
            Comunque vengono elencati, oltre alle tre dipendenti comunali, il personale attualmente in servizio.


            1 cuoco             4° Livello    Nessuno scatto di anzianità maturato
            1 appr. cuoco    4° Livello    Nessuno scatto di anzianità maturato
            1 aiuto cucina   5° Livello    Nessuno scatto di anzianità maturato